Animali dai colli lunghi

Pensiero laterale: percorsi per uscire dagli schemi / Sfaccettature / Animali dai colli lunghi

Facciamo un gioco con i nostri alunni: iniziamo insieme a catalogare gli animali, non per specie e famiglie, ma per caratteristiche estetiche, o caratteriali, oppure per colori… insomma potremmo sbizzarrirci utilizzando le affinità per raggruppare i tipi di animali che conosciamo. Un lavoro questo, creativo, divertente e interdisciplinare che può coinvolgere l’insegnante di scienze.

Un aiuto importante potrebbe arrivare da un bellissimo libro che è stato pubblicato qualche anno fa da Rizzoli dal titolo ‘La strana enciclopedia’.

L’autrice Adrienne Barman, dotata di grande ironia, utilizza un insolito raggruppamento per creare un’enciclopedia capace di farci sorridere collegando gli animali per le loro affinità: i pigri, gli aggressivi, i giganti e così via. Uno spunto molto interessante per leggere la natura sotto vari punti di vista, soprattutto quello creativo. Perché la fantasia arriva ovunque e può immaginare qualsiasi cosa e mostrarci il mondo sotto luci diverse.

 

Das, carte colorate, pennarelli, tra invenzione e manualità

In questo laboratorio abbiamo scelto di concentrarci sugli animali dai colli lunghi. Li abbiamo cercati, guardati e studiati nelle loro posizioni, nel loro modo di atteggiarsi e di usare quel lungo collo? Ora che li abbiamo scoperti, possiamo liberare la fantasia e iniziare a pensare che ogni animale possa avere lunghi colli, inventiamone anche dei nuovi, mescolando le caratteristiche di uno con quelle di un altro.

Vittoria Facchini, sempre con noi, ci racconta passo passo come tutti gli animali possono avere colli lunghi, se lo vogliamo, basta scatenare la fantasia!

Per iniziare, procuriamoci un po’ di materiale: Carta Canson colorata; panetti di Das colorato, pennarelli colorati, matite e un taglierino. La ricerca fatta insieme agli alunni su tutti gli animali dal collo lungo (giraffe, gru, aironi, struzzi, gazzelle, ecc …) è servita per immaginare posture, movimenti, proporzioni dei colli rispetto al corpo. Disegnamo ora il nostro animale (o animali) e scegliamo facce e posizioni dei loro colli. Avere una base di ‘disegno progettuale’ è sempre bene per ogni cosa vogliate far realizzare ai vostri alunni. Se disegneranno un solo animale, ricordatevi di far usare il foglio in verticale per lo schizzo altrimenti il collo lungo non ci starà!

Se decidete di far fare una composizione, si potranno sbizzarrire con gli accostamenti di colore. Ora prendete il Das colorato che andrà modellato su di una superficie liscia.

Create dei colombini (o rotolini) per i colli, mentre le palline che lavorerete per bene serviranno per le facce, stendete ora tutto con il mattarello. Le sagome delle teste potrebbero prendere forme diverse: ecco che la casualità porterà a facce tonde o più allungate, provare a disegnare la sagoma su di un foglio e a studiare i volti possibili circoscritti nel cerchio o ovale che si è creato.

Date un nome di fantasia a ogni animale disegnato e poi realizzato, usate l’invenzione e aprite la mente dei bambini o ragazzi a un mondo di infinite scelte e sguardi.
Ora, provate a immaginare il ‘manto’ dell’animale e iniziate a decorare i colli incidendo il Das con punte di matita o cappucci, o bulini leggeri, affinché prendano forma e ‘carattere’ e provate a colorarli con i pennarelli stando attenti a non toccare il pigmento fresco.
Mentre le textures sui colli asciugano, pensare a come vestirli… ogni animale potrebbe avere un suo particolare abbigliamento.

Incollate delle strisce di cielo affinché i vostri animali dai colli lunghi possano arrivare fino alle nuvole, fate un leggero taglio che segua il disegno del collo del vestito, ricordatevi di aggiungere un po’ di colla sul retro del collo, infilate la parte del collo nel taglio fatto e fissate il collo al foglio. A questo punto aggiungete la testa sempre con una punta di colla sul retro. Fissate i fogli completi sui cartoni spessi, e gli animali dai lunghi colli saranno pronti!

>> Torna a Pensiero laterale: percorsi per uscire dagli schemi e scopri tutti gli spunti!

Questo articolo quanto ha acceso la tua creatività?
Grazie
/5
Potrebbero interessarti
Rimani aggiornato
Iscriviti alla Newsletter Fila per avere tutti gli ultimi aggiornamenti