Attività con i colori per i bambini: un’attività formativa e ricreativa

La dimensione del gioco come momento di aggregazione e attività ludico-formativa rappresenta infatti un elemento fondamentale per la crescita del bambino. Già in età prescolare per stimolare la motricità fine si consigliano attività come colorare con i pastelli, manipolare della pasta per giocare, realizzare lavoretti semplici colorando e ritagliando le forme. Sia a scuola, con il supporto delle insegnanti ma anche a casa giocando in famiglia tra genitori e figli.

Queste attività partono da un’esperienza tattile in cui il bambino è partecipe e reattivo e diventano delle vere e proprie sperimentazioni multisensoriali e formative, perché coinvolgono sia il senso della vista sia il tatto attraverso il gioco e tanta creatività e fantasia!

Per un sano sviluppo cognitivo del bambino i colori e il loro nome sono essenziali: sono infatti tra le prime parole che vengono pronunciate e memorizzate dai nostri piccoli.

L'importanza dei colori per la crescita e lo sviluppo dei bambini

I colori sono importanti anche perché hanno un forte impatto sulla mente, maggiore rispetto a qualsiasi input verbale, e servono al bambino per decodificare il mondo che lo circonda e anche a imparare a conoscere il proprio mondo interiore. Insegnare ai bambini attraverso i colori è, quindi, una modalità di apprendimento quasi istintiva per loro. Come sostiene il metodo Montessori il bambino impara sfruttando i suoi sensi e “ogni attività deve basarsi su un solo criterio alla volta: la forma, la misura o il colore”.

Per i più piccoli è stata creata la linea Giotto be-bè,  la più sicura e divertente che c’è per disegnare, colorare e modellare. I prodotti sono stati pensati per la massima libertà espressiva e per aiutare i più piccoli nel percorso di sviluppo psico-cognitivo già al di sotto dei tre anni. I colori Giotto be-bè sono giocosi, hanno tonalità brillanti, sono morbidi e facili da stendere sul foglio senza particolare pressione. Inoltre, tra le varie caratteristiche, sono anche super-lavabili e dermatologicamente testati, quindi adatti a un primo approccio al colore. All’interno della linea potrete trovare i fantastici matitoni, pennarellio pastelli a cera dalle dimensioni maxi per una perfetta impugnatura. Ma non finisce qui!

Anche i Colori a dita GIOTTO be-bè vengono spesso utilizzati nelle scuole materne e primo ciclo elementari, come strumento per stimolare la curiosità e l’abilità nell’uso del corpo, in particolare delle dita: anche solo utilizzando le impronte delle mani e dei piedi si possono realizzare degli animali o altre semplici e divertenti figure.  Un’esperienza tattile a 360 gradi per riconoscere forme e colori che i bambini affrontano sempre con piacere. I nuovi set composti da 6 flaconi da 750 ml sono l’ideale per le classi e per gruppi di bambini. Ogni set presenta una selezione di colori ed una guida didattica digitale accessibile tramite QR-code; la scelta cromatica per ciascun set così come i percorsi didattici, sono stati studiati e realizzati da Francesca Valan, docente universitaria e color designer specializzata nello studio del colore.

L’attività può essere svolta anche all’aperto per favorire la comunicazione e la partecipazione attiva e completa di tutti i bambini, stimolandoli attraverso l’osservazione della natura o degli animali, favorendo un percorso e una crescita delle emozioni e uno sviluppo multisensoriale.

Imparare i colori attraverso i giochi

Le attività ludiche legate all’educazione al colore sono le protagoniste di svariati libri per bambini e risultano sempre molto apprezzate, in particolare dai più piccoli. Si tratta di giochi, esercizi pratici che portano il bambino a crescere attraverso un percorso visivo fatto di sensazioni e tecnica durante il quale acquisiscono competenze.

L’ organizzazione di un laboratorio per queste attività, che variano in base alla difficoltà, al bisogno e alle possibilità dei partecipanti, è un’attività molto diffusa che può essere gestita anche in versione casalinga.

Per insegnare ai più piccoli la differenza tra colori primari, secondari e complementari, Didò è un ottimo alleato, tra le nostre proposte più colorate e divertenti per i bambini!

Il prodotto perfetto per questo specifico percorso educativo è Didò Giocacolori.

La scatola a forma di una valigetta contiene al suo interno 8 vasetti 100g Didò con la pasta per giocare nei colori primari, secondari, bianco e nero, gli accessori utili alla realizzazione dei “progetti”, una maxi tovaglietta con la ruota dei colore ed elementi gioco come la girandola dei colori e le lentine trasparenti colorate per scoprire e imparare la teoria dei colori con Didò, il tutto corredato da una guida creativa ricca di attività, suggerimenti e consigli e una serie di videotutorial con le coloratissime micro lezioni di Didò sui colori e tutorial per giocare a modellare i protagonisti della confezione. E se avete una lista di idee regalo, questo è il momento di inserire anche Didò Giocacolori.

Eccone alcune in esclusiva:

Giocare con PONGO, la plastilina colorata

Pongo è la plastilina 100% base vegetale che diverte tutti. Con le sue tonalità brillanti, PONGO è un’altra soluzione perfetta per giocare con i colori. Inoltre, non secca, si può riutilizzare più volte, è certificato per l’uso da parte di bambini al di sotto dei 3 anni di età ma è perfetto anche per i bambini più grandi, fino ai ragazzi delle scuole medie.

La gamma è composta da 18 colori brillanti e copre l’intero circolo cromatico proprio per poter realizzare infinti nuovi colori che rappresentino tutte le sfumature dello spettro dei colori, un modo per approcciare anche alla creazione di nuovi toni di colore, stimolando la creatività e la conoscenza del mondo del colore.  Tra i tanti, è presente anche lo speciale argento metallizzato che, mischiato agli altri, dà vita a sfumature metalliche dall’effetto “sberluccicoso”!

Creare collage con materiali colorati

Per collage, intendiamo un’opera realizzata tramite la sovrapposizione e l’accostamento di diversi materiali, oggetti, stoffe di ogni colore con l’intento di raggiungere un risultato finale (astratto o di senso compiuto) il più armonioso possibile. Sebbene questa tecnica sia molto presente anche nelle grandi scuole artistiche, il suo intento educativo viene compreso meglio nelle scuole.

Il collage, infatti, è una tecnica molto amata sia dagli insegnanti che dai genitori (ma anche dai più piccoli) proprio perché permette di sviluppare creatività, fantasia, tatto e molto altro.

Prima di tutto, i materiali che si possono accostare in un’opera di collage sono tantissimi e questo contribuisce allo sviluppo sensoriale dei bambini nel riconoscimento tattile. I materiali sono ruvidi? Lisci? Sottili? Sarà divertissimo lavorare insieme su aspetti come questi.

Inoltre, creare un collage aiuta a calibrare e riconoscere bene lo spazio a disposizione su un cartoncino. Coordinare bene la gestione dei materiali in uno spazio limitato è un altro stimolo importantissimo.

Infine, un altro aspetto importante è la scelta dei colori. Oltre i materiali utilizzati, anche l’osservazione e la scelta di colori diversi contribuiscono al risultato finale dell’opera. Per rendere un lavoro più originale, lo studio dei colori è importantissimo.

Stimolare la fantasia usando i colori: la pittura creativa

La pittura creativa offre la possibilità di utilizzare i più svariati strumenti e supporti, non conosce limiti, tutto è concesso!

Se si usano degli acquarelli è necessario procurarsi delle ciotole per i colori e un bicchiere per intingere i pennelli nell’ acqua. Suggeriamo gli Acquerelli Giotto dai colori ricchi e intensi e con un design funzionale della pastiglia che evita la dispersione d’acqua. Inoltre, la confezione è dotata di coperchio/ tavolozza utile per diluire i colori.

Sin dalla più tenera età sono certamente indicati i Colori a dita be-bè che abbiamo già citato nel paragrafo precedente, con speciale formulazione superlavabile, dermatologicamente testati e privi di glutine. Sono gradevoli al tatto (il senso protagonista in questa attività), perfetti per divertirsi e stimolare la fantasia!

Si possono realizzare lavoretti con le mani ma anche con i piedi per non mettere limiti all’estro creativo e con tanta fantasia ci si può sbizzarrire anche sui soggetti da rappresentare: un disegno astratto con linee curve e rettilinee che sembrano una vera pista o altre linee più sottili che ricordano il corso di un fiume. Oppure perché non realizzare semplici grandi macchie di colore su tela bianca o, con l’aiuto di un adulto, realizzare una scritta su tessuti? Per esempio, possiamo fare pratica utilizzando prima una maglietta bianca per poi dedicarci a strati più ampi di stoffa per realizzare una vera e propria opera d’arte, personale e originale. Insomma, all’immaginazione non si impongono regole.

Se invece si vuole utilizzare il classico supporto in carta suggeriamo il blocco da disegno CANSON con cavalletto integrato dotato di pratica maniglia per essere trasportato facilmente.
I fogli sono bianchi e a grana leggera, formato A3 e micro-perforati per essere facilmente staccati dal blocco e conservati. Ideali per pittura con tempere a dita e spugnette.

Per ore e ore di divertimento, movimento e colore in libertà invece suggeriamo il set Maxi Roll Giotto be-bè composto da colori a dita e accessori tra cui sei spugnette a forma di animali, un pennellotto, un grembiulino e una guida creativa. Inoltre, all’interno della confezione 1 rotolo di carta 90g Giotto 50 cm x 5 metri, per colorare in libertà e sicurezza e completo di dispenser porta-rotolo in cartotecnica riutilizzabile.

Insomma, i colori per i più piccoli sono un vero e proprio linguaggio per esprimersi, oltre che fonte di ispirazione ed educazione. Il loro utilizzo è consigliato in moltissimi campi, non solo a scuola ma anche durante giochi di gruppo o feste. In compagnia di Diario Creativo, come sempre tutto diventa arte con una marcia in più!

Questo articolo quanto ha acceso la tua creatività?
Grazie
5/5
Potrebbero interessarti
Rimani aggiornato
Iscriviti alla Newsletter Fila per avere tutti gli ultimi aggiornamenti