Frottage: cos’è e come imparare questa tecnica

Il frottage è una tecnica di disegno artistico che sicuramente abbiamo utilizzato nella nostra vita, forse senza neanche saperlo! La sua origine è antica tanto che in passato questa tecnica, basata sullo sfregamento fra diversi materiali, veniva utilizzata in Cina e in Grecia con pergamene o carta di riso per ricalcare bassorilievi. Poi, per molto […]

Il frottage è una tecnica di disegno artistico che sicuramente abbiamo utilizzato nella nostra vita, forse senza neanche saperlo! La sua origine è antica tanto che in passato questa tecnica, basata sullo sfregamento fra diversi materiali, veniva utilizzata in Cina e in Grecia con pergamene o carta di riso per ricalcare bassorilievi. Poi, per molto tempo non venne considerata, fino a quando Max Ernst, pittore e scultore tedesco considerato tra i maggiori esponenti del movimento surrealista, la riportò in vita sfruttando a pieno la sua bellezza 

Fu proprio Ernst, infatti, ad assegnare a questa tecnica il nome frottage, parola francese che nella lingua italiana vuol dire “sfregamento”. Infatti, è definitivamente considerato il pioniere di questo stile, ancora oggi studiato nelle scuole e nei testi di storia dell’arte. Il suo primo approccio al frottage lo ottenne appoggiando un foglio di carta sul pavimento del suo studio e sfregando la punta della matita sul legno ottenne una texture perfetta, nonché un nuovo stile. Per Max Ernst il frottage è pura espressione del surrealismo, perché rende automatica la connessione fra creatività e manualità, creando immagini personali e uniche.  

Oggi le opere create con la tecnica del frottage sono tantissime, dalle più semplici alle più complesse. Lo stile negli anni si è evoluto così come gli strumenti da utilizzare. Ma quali sono le prime cose da sapere per imparare questa tecnica? In questo articolo di Diario Creativo scopriamo insieme tutti i segreti di questo stile, i progressi negli anni e tante altre curiosità e consigli!  

Frottage: l’importanza dello sviluppo sensoriale 

Lo stimolo che ha portato e che ancora spinge alla creazione di opere d’arte in stile frottage è la curiosità e l’osservazione: componenti fondamentali per osservare le cose da un altro punto di vista. Ottimi alleati della curiosità sono poi i cinque sensi, in particolare il tatto e la vista perfetti per scovare le superfici più interessanti da poter trasformare in un supporto per la creazione del lavoro. Il frottage, per quanto sia nata come tecnica legata a un’enigmatica corrente artistica, oggi si diffonde soprattutto nell’ambito della didattica per supportare l’educazione e lo sviluppo di attività sensoriali nei bambini sia a scuola che a casa. Con un solo foglio e una matita, si possono creare lavori pazzeschi, degni della cultura e dei quadri surrealisti. E quindi via a cercare ovunque il soggetto perfetto: dichiariamo ufficialmente aperta la caccia all’opera d’arte!   

Frottage: tutto l’occorrente necessario prima di iniziare 

Di solito quando si inizia a sperimentare questa tecnica si consiglia di partire con una moneta e un foglio di carta, ma in realtà i materiali e gli oggetti che si possono sfruttare sono tantissimi!  

Per esempio, possiamo utilizzare il rilievo delle foglie, una pietra o anche i ricami che troviamo su stoffe e vestiti. In supporto agli oggetti che troviamo intorno a noi, gli elementi che ci servono per il nostro disegno sono solo tanta creatività e voglia di sperimentare i mille modi e le mille idee che ci passano per la testa.  

Ecco cosa serve per iniziare:  

  • Un supporto su cui ricalcare il rilievo scelto: vanno bene dei fogli di carta, cartoncino, una tela da disegno, stoffa… è importante valutare la morbidezza del supporto utilizzato perché più è morbido, più sarà semplice adattare il supporto al rilievo;   
  • Strumenti per disegnare e colorare: matite colorate, pastelli a cera o materiali come gessetti e carboncino. 
  • Infine, la superfice di rilievo che avete scelto da “ricalcare” con la tecnica dello sfregamento.  

L’idea in più

Se volete riprodurre un soggetto specifico nel vostro lavoro frottage potete anche acquistare delle piastre a base liscia in alluminio e disegnare personalmente il soggetto che volete ricalcare. In questo modo potrete creare più di una copia dello stesso lavoro senza nessuna differenza.

Come realizzare un disegno col frottage 

Per realizzare un disegno utilizzando la tecnica del frottage e non solo, l’utilizzo di materiali di qualità è sempre il primo consiglio che noi di Diario Creativo ci teniamo a dare. Ovviamente ci sono strumenti perfetti per ogni livello di esperienza ma il procedimento per la riproduzione di un perfetto lavoro in frottage rimane sempre lo stesso sia per i più esperti che per chi è alle prime armi.  

Prima di tutto  procuratevi diversi tipi di materiali, ondulati (cartone, spirali), ruvidi (le foglie di un albero), alcuni cristalli o materiali che sono stati incisi o fusi in bronzo (medaglie). Poi scegliete una carta e preferibilmente sottile, l’album GIOTTO Kids nella sua grammatura leggera (90g) è perfetto per questo tipo di attività e disponibile in vari formati, anche per un lavoro di grandi dimensioni.  Infine, scegliete lo strumento che utilizzerete per il disegno. Per una scelta classica potete utilizzare Lyra Graduate Graphite. Per un tocco di colore invece potete utilizzare le matite colorate o i pastelli a cera. Nell’ampia gamma di pastelli GIOTTO e GIOTTO be-bè, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Ottenere un risultato perfetto sarà facile e divertente

L’idea in più

Per ottenere effetti ancora più artistici, oltre al nero della grafite variate la combinazione dei colori e abbinate più forme di origine differente. Potete anche variare il tratto semplicemente aumentando o diminuendo la pressione sul supporto sottostante. Infine, non dimenticate le sfumature di colore, daranno subito al disegno un tocco in più.

Insegnare ai bambini come utilizzare questa tecnica  

Il frottage è uno stile ampiamente utilizzato con i bambini a scuola per mezzo della sua capacità di stimolare lo spirito di osservazione e la curiosità. Come ribadito, per definizione classica, questa tecnica prevede solo lo sfregamento di una matita su un foglio sovrapposto o appoggiato su una base in rilievo da ricalcare: ma quando c’è di mezzo la fantasia e le emozioni dei più piccoli tutto prende un altro senso. Un consiglio sia per i genitori che per gli insegnanti è quello di trasformare il disegno frottage in momenti di giochi in compagnia della famiglia o degli amici. Pensate a una caccia al tesoro alla ricerca dei soggetti da ricalcare poi in fase di disegno. Oppure, perché non organizzare una bella mostra di quartiere una volta creati vari quadretti frottage?  

Come sempre, quando c’è di mezzo l’arte e la fantasia, le idee per creare dei lavoretti sono pressoché infinite. Quindi, non vi resta che mettervi al lavoro per creare il vostro stupendo disegno in perfetto stile frottage!  

Questo articolo quanto ha acceso la tua creatività?
Grazie
/5
Potrebbero interessarti
Rimani aggiornato
Iscriviti alla Newsletter Fila per avere tutti gli ultimi aggiornamenti