Lettering: cos’è, tipologie, strumenti e consigli | FILA

Se pensate che l’arte sia solo nella pittura, nel disegno o nella scultura… bhe, vi sbagliate o forse non avete mai sentito parlare dell’arte della bella scrittura. Per quanto parlare di scrittura nell’era del digitale sembri un po’ strano, oggi intraprenderemo un viaggio alla scoperta di un’arte chiamata lettering. Scopriremo insieme di cosa si tratta, a cosa serve e quali sono gli strumenti migliori da utilizzare per avere un risultato perfetto. Non mancheranno spunti creativi e consigli in pieno stile Diario Creativo… unitevi a noi e scoprite tutte le meraviglie del lettering!

Cos'è il lettering

Il lettering, meglio conosciuto come hand lettering, a differenza della tradizionale scrittura, è una vera e propria forma d’arte che consiste nel disegnare le lettere a mano libera. I caratteri vengono disegnati e colorati, ogni lettera è curata nel minimo dettaglio secondo lo stile e le dimensioni desiderate e realizzata con creatività, attenzione e moltissima pazienza. 
Esistono diverse opzioni da prendere in considerazione quando si realizzano le lettere: possono essere in corsivo, in stampatello, in maiuscolo o in minuscolo, appartenere ai font tra i più fantasiosi, essere abbellite con ornamenti, decorazioni e dettagli.  
Gli artisti che utilizzano questa tecnica possono creare parole o addirittura delle frasi, delle scritte spaziando tra le lingue e tutte le tipologie di alfabeti. 
 
Oggi con Diario Creativo abbiamo deciso di esplorare questo affascinante mondo… unitevi a noi e scoprite tutte le meraviglie del lettering! 

A cosa serve il lettering

Il lettering offre tante possibilità, si possono realizzare e decorare tantissimi accessori e oggetti tramite l’applicazione di questa tecnica: non ci sono limiti alla fantasia! 
Si passa dalla creazione di biglietti augurali personalizzati di tutti i tipi (dal compleanno al Natale) alla decorazione di confezioni regalo dalle forme più disparate.  La composizione si realizza seguendo un proprio stile o uno già conosciuto come quello vintage o del fumetto. 
Il lettering può essere sfruttato anche per oggetti di uso quotidiano, come ad esempio per realizzare il nome riportato nelle etichette dei quaderni che, grazie a questo tocco di stile unico, si trasformano in oggetti originali e speciali, da custodire tra i ricordi più cari. 
Il lettering è conosciuto anche per la realizzazione del testo, delle didascalie e per personalizzare con vivacità e colore il proprio bullet journal, una sorta di diario, un’agenda totalmente hand made, molto in voga negli ultimi anni.
Se volete approfondire, scoprite come organizzare le giornate con fantasia con il bullet journal!

Differenza tra lettering e calligrafia

Come abbiamo già scritto nei precedenti paragrafi, il lettering è la tecnica artistica usata per raffigurare le lettere tramite un disegno artistico. Spesso viene confuso con la calligrafia che, a differenza del lettering, non ha una funzione decorativa, ma meramente pratica: è esclusivamente un modo di scrivere che si contraddistingue per raffinatezza ed eleganza.

Si creano fraintendimenti anche quando si parla di lettering realizzato digitalmente visto che questa tecnica, nella sua “purezza” e originalità, nasce come scrittura a mano libera, da realizzare senza l’ausilio di un supporto digitale o software specifici sulla scrittura. L’utilizzo di elementi esterni come il computer lo avvicinano più a quello che viene considerato un lavoro di tipografia. Il lettering è quindi l’arte di decorare, abbellire le lettere, un mix tra un progetto di illustrazione e uno di grafica: ha come base la conoscenza della calligrafia e come riferimento la tipografia.

Vari stili di lettering

Esistono tecniche base e altre più complesse ed avanzate con cui è possibile approcciarsi al lettering. 
Tra le più note non possiamo non citare la faux calligraphy ovvero la “falsa calligrafia” con utilizzo di linee sottili e spesse che si alternano per dare profondità alle “stanghette” delle lettere. 
Un’altra tecnica abbastanza nota è il bounce, lo stile secondo cui la scrittura non appare su una linea retta come normalmente accade, ma la posizione delle lettere crea un effetto visivo divertente e giocoso: i caratteri sono su piani diversi e sembrano letteralmente “rimbalzare”!  
Una terza tecnica è il brush lettering, la cosiddetta scrittura creativa che prevede la realizzazione a tutti gli effetti di un nuovo modo di scrivere anche attraverso delle “penne speciali come le brush-pen, con la punta pennello.

Si può anche decidere di combinare le varie tecniche e completare le creazioni con elementi decorativi e ornamentali, l’importante è tenere sempre in considerazione le regole di base e partire da schizzi e bozze con una matita di grafite e una gomma, per correggere i primi errori. Per il resto si può dare libero sfogo alla propria creatività! Chi vuole affrontare un’esperienza ancora più immersiva in questo processo creativo, è possibile realizzare anche decorazioni su materiali diversi come tessuti, metalli o vetro.

Tutti gli strumenti per fare lettering

Per approcciare a questa tecnica è importante avere gli strumenti giusti: per iniziare suggeriamo di partire utilizzando una matita di grafite per la realizzazione dei primi schizzi e una gomma per rimuovere le imperfezioni o errori ma tra gli accessori principali per il lettering non possono mancare i pennarelli con la punta pennello, morbida e flessibile o con punta speciale.
Noi vi suggeriamo, nell’ampia offerta a marchio Giotto, i pennarelli con la speciale punta pennello Turbo Soft Brush in 10 tonalità brillanti e acquerellabili. Ideali per diverse tecniche di coloritura ma anche per personalizzare e colorare. La speciale punta-pennello morbidissima permette sia una pennellata sottile che una più spessa.

Inoltre è possibile condividere la propria creatività su Instagram scansionando il QR-code presente sul retro dell’astuccio. 

Per personalizzare con originalità la propria scrittura creativa ci sono anche i pennarelli Magic Lettering, perfetti per scrivere, decorare e provvisti di una speciale punta per scrittura creativa. Permettono infatti di realizzare tratti di diverso spessore, linee sottili o più spesse, ed effetti 2 in 1. Gli inchiostri sono sicuri, a base di acqua e lavabili dalle mani e dai tessuti.

Un altro strumento indispensabile per esercitarsi con la tecnica del lettering è la carta.
Vi consigliamo i blocchi di alta qualità CANSON che presentano una carta extra bianca ed extra liscia particolarmente indicata per creare disegni precisi e dettagliati con pennarello, penna o inchiostro

SPOILER ALERT!! 
Ecco grande notizia: questo Natale sarà Lettering Mania con la fantastica novità firmata Giotto Art Lab!  Il nuovo set creativo GIOTTO ART LAB FANCY LETTERING. 

Per disegnare e colorare con tutti gli strumenti utili a fare pratica con il lettering e la calligrafia: dagli acquerelli Giotto ai nuovissimi Giotto Turbo Soft Brush. La confezione contiene anche una matita di grafite per gli schizzi, una maschera grafica con sagome, un temperamatite, la super gomma colorata Giotto Happy Gomma, un pennarello Turbo Maxi nero e un blocco di carta Canson Lettering di qualità superiore per eseguire lavori dettagliati e disegni accuratissimi!

Lettering: consigli e suggerimenti

Per un graphic designer  il lettering non è un qualcosa di inaffrontabile o di particolarmente difficile, ma per chi non fa parte del settore e non si è mai approcciato alla grafica e al design, questa tecnica può presentare alcune insidie e ostacoli apparentemente insormontabili.
Ai principianti, sia che essi siano bambini o adulti alle prime armi, è consigliato fare pratica tramite esercizi utili ad affinare le proprie capacità artistiche nel disegno e nell’uso dei colori.

Nonostante non esista una scuola dove apprendere queste competenze, vi consigliamo di applicarvi nello studio dei caratteri e, inoltre, nel caso della scrittura a mano, imparare a gestire la pressione del tratto e il modo in cui si impugnano la matita o la penna. Per evitare crampi e garantire un maggior controllo, gli strumenti devono essere collocati tra pollice e indice mantenendo la giusta distanza tra la punta del pennello, dei pennarelli o della matita e le dita.

Per ottenere dei risultati soddisfacenti è importante anche fare attenzione all’ambiente in cui si lavora: spazio e luce non devono mai mancare, mentre la postura deve essere corretta, la schiena deve mantenersi sempre dritta - anche per evitare spiacevoli conseguenze legate alla salute.
Infine vi suggeriamo di non avere fretta: prendetevi tutto il tempo necessario per sperimentare, ma soprattutto siate costanti, il vostro impegno sarà sicuramente premiato!

Questo articolo quanto ha acceso la tua creatività?
Grazie
/5
Potrebbero interessarti
Rimani aggiornato
Iscriviti alla Newsletter Fila per avere tutti gli ultimi aggiornamenti