PONGO By GIOTTO: tante idee per dare forma alla fantasia con la plastilina

Quella di PONGO è una storia che dal 1952 accompagna la crescita di generazioni di bambini e adulti. Sembra sia nato per un errore in una fabbrica di cera per scarpe ma è presto diventato il compagno ideale della creatività dei bambini grazie alla sua manualità e la possibilità di modellazione. Da 70 anni Pongo […]

Quella di PONGO è una storia che dal 1952 accompagna la crescita di generazioni di bambini e adulti. Sembra sia nato per un errore in una fabbrica di cera per scarpe ma è presto diventato il compagno ideale della creatività dei bambini grazie alla sua manualità e la possibilità di modellazione. Da 70 anni Pongo fa mettere le mani in pasta a grandi e piccoli sia a scuola che a casa, e da quest’anno ha una nuova formula 100% vegetale prodotta con ingredienti di base naturali: ancora più morbida e malleabile con nuovi brillanti colori, che non sporca e non macchia.

Ma quali sono le caratteristiche che rendono la plastilina così speciale? Prima di tutto, è un materiale che non subisce un processo di essiccatura, a differenza della pasta per modellare DAS (che indurisce all’aria) o dell’argilla (che essicca in forno), la plastilina rimane sempre morbida e quindi può essere riutilizzata e riplasmata. Si presta quindi ad attività come esercizi, bozzetti, progetti o per il modellamento di oggetti che non sono destinati alla conservazione e potranno sempre essere rimodellati e modificati a piacere.

Oggi, con Diario Creativo, scopriremo nuove idee e spunti creativi per dei lavoretti originali con Pongo, la plastilina più amata di sempre da tutti i bimbi e non solo. Rimbocchiamoci le maniche e iniziamo!

Cose da fare con la plastilina: quadri tridimensionali e bassorilievi

Insieme a Pongo in poche ore può nascere un’opera d’arte in 3D. Bastano pochi e semplici step per dare vita a un coloratissimo quadro tridimensionale. È un gioco da ragazzi! Ecco i nostri consigli:

  • Scegliete della carta colorata del colore che preferite;
  • Disegnate sul cartoncino la figura che volete realizzare con una matita o un pennarello: potete scegliere un fiore, una scimmietta, un paesaggio, i personaggi del vostro cartone animato preferito: non c’è limite alla creatività;
  • Ora preparate tante palline di Pongo colorate: con una leggera pressione delle dita, riempite le forme del disegno per renderlo coloratissimo;
  • Con una spatolina o strumenti di recupero come uno stuzzicadenti, potete aggiungere i particolari per rendere il disegno ancora più espressivo. Se avete disegnato degli animali, create una fessura per la bocca e modellate naso e orecchie per avere qualche effetto più realistico.

  

Ora continuiamo a creare magari un bel cesto di frutta, un allegro zoo o un mazzo di fiori. La scelta è infinita! Con un po’ di impegno e volontà tutto può essere ricreato. Dato che la primavera è ormai arrivata, perché non realizzare un bel giardino? È talmente semplice che non serve di certo un manuale per farlo! Ecco come realizzarlo:

  • Scegliete un colore e con l’aiuto di una bottiglia o un matterello spianate una sfoglia di Pongo;
  • Ruotando e rullando dei pezzetti di Pongo su una superficie liscia, create dei cilindretti e delle palline, è importante modellare bene con le mani;
  • Sovrapponete tutte le forme sulla base precedentemente spianata per creare il disegno;

Gli elementi che potete inserire sono tantissimi, per esempio delle succose mele su un albero oppure creare un bellissimo arcobaleno luminoso, un sole alto e splendente, degli uccellini o delle belle api sui loro fiori: trovare un soggetto non è difficile. Lasciatevi ispirare dal mondo che vi circonda e osservatene la bellezza per poi riprodurla!

Cose da fare con la Plastilina: sfoglia e tuttotondo

Togliendo il supporto, aggiungendo volume e approfondendo la terza dimensione, approdiamo alla modellazione a tuttotondo. Con palline e sfoglie di Pongo è possibile creare solidi e manufatti di ogni genere, tipo e dimensione. Ecco un esempio per imparare come è fatta la terra … modellando! Guardate il tutorial e seguite la guida dei passaggi fotografici per scoprire come.

CREIAMO INSIEME: COM’È FATTA LA TERRA
Ecco un modo per divertirsi e imparare con i bimbi costruendo la terra strato per strato a partire dal nucleo con dischetti, sfoglie e palline di Pongo!

1. Preparate 4 dischi di dimensione differente per gli strati interni della terra;
2. Modellate un pezzo di Pongo a forma palla per il nucleo;
3. Avvolgete il nucleo con il primo strato e procedete avvolgendo con gli altri strati;
4. Create i continenti con pezzetti di Pongo verde e applicateli sull'ultimo strato;
5. Tagliate uno spicchio per vedere come è fatta la terra!

Cose da fare con la Plastilina: Pongo ha un colore perfetto per ogni tua idea!

I nuovi colori di Pongo sono stati sviluppati con esperti per proporre una gamma completa per coprire l’intero spettro del circolo cromatico, con i migliori toni da mescolare per ottenere infinite sfumature. La gamma cromatica è ricca e vivace, disponibile anche nella serie dei colori della pelle e si arricchisce con il nuovissimo argento brillante, perfetto per essere mixato grazie al colorante che dona un effetto metallico ai colori.

Con Pongo by Giotto Skin Tones la diversità diventa una nuova opportunità di espressione inclusiva. E voi di che pelle siete? Guardate il video e le immagini per scoprire come modellare una simpatica bimbetta!

CREIAMO INSIEME: E TU DI CHE PELLE SEI?

1. Preparate 4 salsicciotti per braccia e gambe e uno più grande per il busto;
2. Attaccate gli arti al busto e modella i vestitini;
3. Applicate i vestitini;
4. Create una pallina grande per il viso, due piccole per le orecchie e con il Pongo nero modellate occhi e capelli;
5. Unite la testa al corpo e … voilà la bambina è fatta!

Divertitevi a creare tanti altri personaggi, potete modellare voi stessi oppure, potete ricreare i componenti della vostra famiglia! Sarebbe un regalo fantastico, non credete?

Cose da fare con la plastilina: creare stampi e formine con l’aiuto dei genitori

Con Pongo e il gesso DAS è possibile anche creare degli stampi da utilizzare per creare manufatti resistenti e durevoli con la pasta auto indurente all’aria DAS, anche in serie. Quello che serve è solo un po’ di abilità e pratica. Ecco come fare:

  • Modellate un oggetto con la plastilina, facendo attenzione a non creare “sottosquadri” ovvero parti che poi risulterebbe difficile stampare ed estrarre dallo stampo;
  • Inserite l’oggetto modellato con la plastilina in una scatola con i bordi più alti dell’oggetto di circa 2 cm;
  • Versate all’interno della scatola il gesso liquido dopo averlo preparato con l’acqua fino a colmare la scatola (in questo è sempre bene farsi aiutare dalla mamma o dal papà oppure farlo con la supervisione di un adulto);
  • Indurito il gesso, liberiamo lo stampo dal cartone e, asportato il Pongo, lasciamo asciugare;
  • Una volta indurito, calcate all’interno dello stampo della pasta per modellare DAS, premendo bene in ogni punto;
  • Rimuovete il DAS in eccesso livellandolo sul bordo dello stampo e con un pizzico di DAS premuto sul calco e tirato di scatto, estraete l’esemplare stampato;
  • Essiccato il DAS, potete colorare il manufatto a piacere con tempere o marcatori multi-superficie;
  • Potete conservare il modello in Pongo per creare altri stampi o potete rimodellarlo per un nuovo modello di stampo e ricominciare da capo!
Modellare risponde a un bisogno vitale, al bisogno di toccare, di impastare, di manipolare, di rompere, di spezzare tutto ciò che capita tra le mani, in particolare durante la prima infanzia.

Dietro a tutte queste operazioni c'è un'esigenza istintiva di stabilire un rapporto con la realtà fisica dell'ambiente. Il modellaggio, a differenza del disegno, permette di sbagliare e correggere in continuazione, senza bisogno di cancellare, in un rapporto continuo di scoperta ed evoluzione insieme alla materia. Gli oggetti creati con pasta modellabile, nella loro tridimensionalità, si avvicinano di più alla realtà: possono essere osservati a 360° e sono uno strumento fondamentale di comprensione del volume. Infine, l’esperienza con la plastilina consente anche la scoperta e l’apprendimento delle leggi fisiche e costringe a uno sforzo progettuale maggiore rispetto al disegno al fine di far stare insieme e in piedi le creazioni.

Ecco perché per i bambini, lavorare i materiali a mano è molto importante. Giocare con Pongo da forma al pensiero creativo e stimola lo sviluppo motorio già nei primi mesi di vita… con tanto divertimento in più. Iniziate a creare, inventare e sperimentare con PONGO!

Questo articolo quanto ha acceso la tua creatività?
Grazie
/5
Potrebbero interessarti
Educare al pensiero creativo
Fantasia di texture
In moltissimi contesti si parla di texture come sinonimo di ‘pattern’, ma cosa sono in realtà l
Rimani aggiornato
Iscriviti alla Newsletter Fila per avere tutti gli ultimi aggiornamenti