Coloratissimi dinosauri di pennarelli esausti

Uno dei grandi temi che appassiona di più bambini e ragazzi tra quelli presi in prestito dallo studio della storia e delle origini delle Terra sono i dinosauri. Il fascino di questi grandi animali che popolavano il globo 250 milioni di anni fa non è mai scemato: libri, film, documentari, enciclopedie, e ricostruzioni in diverse […]

Uno dei grandi temi che appassiona di più bambini e ragazzi tra quelli presi in prestito dallo studio della storia e delle origini delle Terra sono i dinosauri. Il fascino di questi grandi animali che popolavano il globo 250 milioni di anni fa non è mai scemato: libri, film, documentari, enciclopedie, e ricostruzioni in diverse dimensioni hanno entusiasmato e riempito le nostre case, e continuano ancora oggi a farlo. Per non parlare dei meravigliosi scheletri ricostruiti o parte di ritrovamenti, che possiamo incontrare nei grandi spazi dei musei di scienze naturali e che ci lasciano ancora oggi a naso in su e a bocca aperta, per la loro esagerata grandezza e bellezza. La parola dinosauro significa “terribile lucertola”. Erbivori o carnivori, dalle grandi mascelle o dai bacini sottili, piccoli o giganti, di loro restano ricostruzioni fedeli o ipotizzate sulla base di reperti fossili, studi scientifici e ricerche fatte con mezzi sempre più innovativi.

Scienza, storia, tecnica e trasposizione

In questo laboratorio uniremo lo studio delle scienze e della storia, la passione per i grandi temi e la conoscenza tecnica e scientifica, mescolata alla creatività per provare a costruire un’insolito e coloratissimo scheletro di dinosauro! È uno dei tanti spunti sulla ‘creatività del riuso’ che Ruggero Asnago, ‘orchestratore di workshop’; artista, illustratore, ci propone in questo laboratorio targato Second Life: non ti butto ti riuso! per rilanciare nuovamente l’importanza di un gesto eco-sostenibile che vuole trasformare gli oggetti in disuso dando loro una nuova vita e una nuova dimensione. Dopo aver imparato differenze e similitudini, appartenenze, usi, comportamenti e strutture sociali che i dinosauri hanno portato sulla Terra, proviamo a sviluppare con gli alunni un’ulteriore ricerca nella costruzione di un elaborato fatto di pennarelli che ricordi uno scheletro di questi meravigliosi animali vissuti sulla terra milioni di anni prima di noi. Ma che a tutti gli effetti è un laboratorio volto a sviluppare creatività, manipolazione, osservazione, capacità critica e capacità di trasposizione di concetti in forme molto particolari e con materiali molto diversi dall’oggettività e dalla precisione nella ricostruzione.

Arte della trasformazione

Un laboratorio, che se affrontato dopo una puntuale ricerca sul tema della vita sulla terra centinaia di milioni di anni fa, ci fa comprendere l’importanza della conservazione dell’ambiente in cui viviamo attraverso un gesto artistico, di trasformazione per parlare di creatività, di invenzione: i corpi e i cappucci dei pennarelli diventano magicamente parte di uno scheletro di un animale immaginario, multicolore.

Affrontare i temi del passato in chiave attuale per costruire un futuro ecologico e sostenibile, per noi e per ogni generazione che verrà e ribadire che la cura del pianeta in ogni piccolo gesto, è un obiettivo che dobbiamo porci tutti, indistintamente e sempre, proiettando l’idea della qualità del nostro vivere futuro come un fatto centrale del nostro fare di oggi, è quasi un imperativo.

Lasciamoci ora guidare dai passi che Ruggero Asnago ha ideato per noi e mettiamoci subito all’opera con i ragazzi per costruire fossili in forma di scheletri immaginari e diamo loro nomi di fantasia come ci suggerisce Ruggero con il ‘pennarellus extintus’!

Questo articolo quanto ha acceso la tua creatività?
Grazie
/5
Potrebbero interessarti
Educare alla sostenibilità
Sostenibilità accanto a noi
Preservare la terra significa avere cura della piante e di tutti gli esseri viventi che la popolano
Rimani aggiornato
Iscriviti alla Newsletter Fila per avere tutti gli ultimi aggiornamenti