Semplicità e design condiviso, per tutte le età

Second Life: Pennarello, non ti butto ti riuso! / Come realizzare con semplicità e design mobili artistici

La scelta di ogni gesto, anche artistico, nasce da un pensiero interiore, quello di voler comunicare attraverso la realizzazione manuale, ciò che siamo, ciò che pensiamo e ciò che sentiamo. Il percorso che stiamo facendo insieme a Mook sul progetto Second Life: non ti butto ti riuso!, passa attraverso le invenzioni, le citazioni, i gesti di design del riuso, fatti di attenzione, cura, elaborazione, ai fini di una trasformazione di ciò che ci circonda. Ogni piccola cosa ha un suo vissuto che può essere rinnovato ai fini di una nuova vita, e lo ‘strumento’ per questo cambiamento, questa ‘resilienza’ dell’oggetto che da ‘scarto diventa materia prima’ avviene per mezzo della creatività attraverso l’applicazione del pensiero creativo.

Il ‘vero design’, come sintetizza nel suo saggio Giovanni Klaus Koenig (Dxxesign. Rivoluzione, evoluzione o involuzione?, Ottagono, 1983, 68) è quello in cui "agiscono forti interazioni fra scoperta scientifica, applicazione tecnologica, buon disegno ed effetto sociale positivo".

È un’immagine forte quella che evoca Koenig, e al tempo stesso vera, perché calata sempre di più nella nostra contemporaneità, che vede nel gesto il suo più grande elemento di espressione, nell’arte come nella vita.

Pensiamo ora a questa espressione applicata al laboratorio di eco-design da condividere con gli alunni:
- Non gettare. Conservare. Raccogliere. Dividere e differenziare. Scegliere un tema, un’idea che diventa progetto, semplice e che sia condivisibile e comune. Dare loro un compito. Iniziare a costruire. Arrivare alla produzione di un’opera d’arte fatta di pennarelli esausti. È un gesto simbolico di ampio respiro che può essere accompagnato da molte narrazioni.

Un ‘mobile’ pensato per essere fatto anche dai bambini

Questo nuovo spunto di Mook ci porta verso una progettazione focalizzata sulla ricerca della semplicità: delle forme, delle costruzioni, e dell’idea, anche nei percorsi realizzativi, perché possano divenire gesti corali, adatti a tutte le età. Provate a inventare un vostro ‘mobile’ e personalizzatelo, scegliete un tema che potrà darvi l’idea sia per la costruzione che nell’effetto finale. Lasciate che si scateni la fantasia. Guardando questo nuovo video di Mook vi verranno sicuramente delle nuove idee.

Buona visione!

>> Torna a Second Life: Pennarello, non ti butto ti riuso! e scopri tutti gli spunti!

Questo articolo quanto ha acceso la tua creatività?
Grazie
/5
Potrebbero interessarti
Educare alla sostenibilità
Facce nascoste
Upcycling: l’arte del riuso di ogni cosa / Facce Diverse / Facce Nascoste
Rimani aggiornato
Iscriviti alla Newsletter Fila per avere tutti gli ultimi aggiornamenti