Facce nascoste

Upcycling: l’arte del riuso di ogni cosa / Facce Diverse / Facce Nascoste

Riuso creativo e confezioni di cartone!

La creatività non ha confini, se non ce li poniamo noi. Proviamo allora a sconfinare dal nostro seminato e iniziamo a guardare tutti gli oggetti che ci circondano come se fossero possibili facce che ci stanno guardando. Invitate gli alunni ad aprire bene gli occhi con questo esercizio: ma per scatenare la loro fantasia!

In questo terzo laboratorio di Facce Diverse, che vuole sondare le possibili facce che gli oggetti ci stimolano a realizzare, come esercizio atto al riuso di ogni cosa attraverso una chiave di lettura divertente ed esplosiva, il nuovo tema è Facce Nascoste.

Che sono tutti quegli sguardi che riconosciamo nelle cose, magari mettendoci a testa in su distesi in un prato per guardare il cielo e le nuvole che spesso si trasformano in mostri simpatici o minacciosi dalle strane facce, oppure guardando foglie che cadono e lasciano sorrisi sui tappeti erbosi, o cortecce che sembrano nascondere gnomi dalle facce imbronciate, oppure una crepa su di un muro che ci fa tornare immediatamente a sguardi conosciuti. Insomma facce e sguardi possono nascondersi ovunque. In ogni cosa. E questo laboratorio ne ha trovata una, anzi tante a partire da un oggetto che è nelle cartelle di tutti gli alunni, o sulle scrivanie. Quale? La scatola dei pennarelli o matite colorate Giotto!

Ci avete mai pensato? Proviamo a fare l’esercizio semplice, semplice, di togliere tutti i pennarelli o matite colorate Giotto dalla scatola e apritela stendendola per bene al contrario, dove non è stampata: il cartone intonso, grigio dell’interno, mostrerà un bellissimo foro a forma di sorriso…

Fate colorare con due pennarelli di colori diversi i sorrisi così da avere non una ma due ‘sagome di facce’.

Se in classe avete a disposizione  delle scatole di pennarelli Giotto Turbo Color Skin Tones potrete scegliere la tonalità di ‘incarnato che preferite’, oppure fate scegliere tutti i colori che i bambini preferiscono affinché possano realizzare facce molto diverse dalla realtà!

Fateli sbizzarrire poi nella definizione dei dettagli: orecchie e forma dell’ovale del viso, capelli, occhi, ciglia e sopracciglia, così da realizzare il viso più colorato e sorridente che si può.

Ora fate scatenare la loro fantasia affinché trovino cappucci, tappi, e oggetti sempre di riuso per dare occhi, nasi e bocche 3D alle facce sorridenti che avranno disegnato. Un tocco di riuso creativo per chi nulla butta via!

La semplicità mescolata all’invenzione, permette di creare elaborati bellissimi. Un’idea in più per tutta la scuola? Raccogliete tutte le scatole di matite colorate o pennarelli Giotto e invitate ogni alunno della scuola a realizzare una faccia ‘nascosta’, avranno tutte la stessa dimensione, la stessa forma del sorriso, ma saranno tutte, assolutamente diverse e belle al tempo stesso come lo sono tutti i bambini e le bambine nella loro diversità. A questo punto forse vale la pena di tappezzare tutta la scuola per riempirla di sorrisi! Buon lavoro.

>> Torna a Upcycling: l’arte del riuso di ogni cosa e scopri tutti gli spunti!

Questo articolo quanto ha acceso la tua creatività?
Grazie
1/5
Potrebbero interessarti
Rimani aggiornato
Iscriviti alla Newsletter Fila per avere tutti gli ultimi aggiornamenti