Per imparare a guardare da ognidove, ognicosa

Pensiero laterale: percorsi per uscire dagli schemi / Sfaccettature / Animali Azzurro Cielo

Un Laboratorio con una finalità educativa: attivare percorsi e processi creativi per dare ai bambini strumenti atti a sviluppare il pensiero laterale.

Affrontare un problema, risolvere un enigma, prendere una decisione, raggirare un ostacolo, non lasciarsi scoraggiare da un imprevisto... quante volte nella vita ci capita o ci è capitata una di queste situazioni? Quante volte è bastato girare il foglio a testa in giù per accorgersi che il ‘segno di un broncio’ 🙁 diventa uno ‘smart’ 🙂
Quante volte il consiglio di un’amica o un amico ci ha fatto cambiare idea aprendo la nostra mente a una diversa riflessione?

Esercitare la mente a guardare da punti di vista diversi una stessa cosa, permette di trovare tante altre soluzioni e ci avvina a quello che la psicologia chiama pensiero laterale o creatività. L’approccio creativo alla soluzione di ogni cosa non è innato o almeno non completamente, è possibile svilupparlo attraverso l’esercizio. E se siamo abituati ad un approccio creativo alle cose, qualsiasi cosa, saremo sicuramente individui capaci di gestire al meglio la nostra paura del nuovo, dell’incertezza, dell’imprevisto e affrontarle con uno spirito costruttivo.

Pronti a un gioco intriso di didattica?

Per facilitare questo ‘sguardo’ dai mille punti di vista ci è sembrato che il mondo degli animali potesse appieno stabilire con i bambini o ragazzi una rapidità di contatto e di interpretazione, magica, onirica e al tempo stesso fantastica così da permettere agli alunni di scatenare la loro fantasia sul proprio animale preferito.
Il primo di questo gruppo di laboratori dal titolo Sfaccettature si concentra su di un colore: l’azzurro.

Il primo lab di  Sfaccettature si concentra sui colori. Sapevate che esistono i bambini indaco?

Secondo alcune teorie americane il ‘bambino indaco’ è portatore di una nuova sensibilità, più creativa e libera. A volte è un bambino iperattivo con una sensibilità alle emozioni molto spiccata, e una capacità percettiva non comune.

E se esistessero animali color indaco?

Ecco un esempio per un nuovo punto di vista sugli animali. Seguendo i passaggi delle foto che Vittoria ci propone in questo laboratorio di Animali azzurro cielo, blu o indaco, scopriremo che potremmo cambiare la nostra palette colore, iniziando a pensare al nostro ‘animale preferito indaco’. Ecco che le caratteristiche di bontà, di sensibilità, di leggerezza e di dolcezza, diventano visibili ai nostri occhi, e la percezione dell’animale che stiamo disegnando cambia completamente la nostra visione del soggetto.

Un laboratorio per animali azzurro cielo

Iniziamo questo laboratorio colorando grandi sfondi di cieli e nuvole. Due tocchi di tempera sul foglio bianco e la mano sapiente di Vittoria che sentendo la matericità del colore sotto al palmo inizia a mescolare con gesti circolari il bianco e l’azzurro lasciando aloni visibili e campiture irregolari, come un cielo (per questo tipo di risultato usate solo tempera a dita).

Fate sentire agli alunni la pastosità del colore attraverso le mani, e lasciate che spalmino e elaborino il cielo, o lo sfondo con i colori che prediligono: potrebbe avere toni rosa come l’aurora, o arancio come i tramonti, o grigi come i temporali. Se invece volete un effetto del colore più ‘peloso’ e ‘tempestoso’ allora serve usare tempera liquida e stesa con un pennello che non sia troppo nuovo o con setole troppo morbide, uno usato e un poco ‘spuntato’ andrà benissimo.

Realizzati e ben asciugati i fondi-cielo, girateli e sul retro fate disegnare la sagoma del loro animale preferito, che hanno precedentemente schizzato su di un altro foglio. Prendete il pastello a cera colorato, più scuro del fondo cielo realizzato e con piccoli tratti aiutateli a definire i dettagli  di naso, bocca, occhi, orecchie, peli, texture o altri elementi decorativi (sovrascrivendo sulla tempera).

Per dare più risalto alla sagoma potete appoggiarla su di un fondo coloratissimo (Vittoria ne usa uno a larghe righe colorate) che avrete fatto precedentemente preparare, con tempere fluo, o tempere glitter.

Nelle foto del laboratorio che vedete qui sotto Vittoria ci mostra molti spunti per usare segni diversi affinché i dettagli facciano la vera differenza di grafia del soggetto. Non ultimi uccellini colorati ricavati da sagome di cartone preparate in precedenza e utilizzate come stancil per sovradisegnare sulla tempera senza sporcare!

Iscrivetevi alla newsletter per non perdete i prossimi laboratori ricchi di spunti che trovate qui su DiarioCreativo pensati per sviluppare il pensiero creativo nei bambini e nei ragazzi e dare libero utilizzo del colore.

>> Torna a Pensiero laterale: percorsi per uscire dagli schemi e scopri tutti gli spunti!

Questo articolo quanto ha acceso la tua creatività?
Grazie
3/5
Potrebbero interessarti
Rimani aggiornato
Iscriviti alla Newsletter Fila per avere tutti gli ultimi aggiornamenti